itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea MIlioni

Obbligo vaccini. E’ scaduto ieri il termine ultimo per le vaccinazioni obbligatorio per l’ambito scolastico degli alunni dei diversi complessi scolastici, parendo dagli asili e dai nidi, fino a quelli delle medie e delle scuole superiori.

Obbligo assoluto per i piccoli dell’asilo e dei nidi, che senza vaccini dichiarati e certificati dalla Asl, non verranno ammessi a scuola. Purtroppo il problema si sta rivelando una sorte di disagio, perché le normative non sono uniformi in tutto il Paese, e quindi ogni regione adotta le proprie direttive. In alcune scuole è sufficiente una mail per dichiarare l’idoneità deli alunni certificati, in altre è obbligatorio la certificazione cartacea. E’ necessario specificare i vaccini obbligatori fatti, se si è in attesa di farli o se si è esonerati per un motivo particolare. Insomma un problema di non poco conto che ha messo in subbuglio le famiglie. E per la difficoltà di mettersi in regola con un sistema che ha preso piede in maniera anomala a fronte di problemi ritenuti causa di complicazioni perenni e cagionevoli alla salute dei bambini, sia per la volontà del Governo di voler per forza obbligare e coinvolgere le scuole, obbligo e diritto dei ragazzi, in questo progetto. Così come in obbligo e minacciati dalla radiazione, sono i medici adibiti a questo compito, ossia i pediatri che hanno qualunque forma di divieto di parlar male dei vaccini. In tutto questo, sono previste multe che vanno da 100 a 500 euro per le famiglie che non sono in regola con la normativa, così come i dirigenti scolastici saranno obbligati a segnalare alle Asl i nomi degli alunni non regolari.

In questo progetto, c’è da rilevare quale sia la reale volontà e il reale pensiero delle famiglie. Che forse non sono proprio contrarie alle vaccinazioni, ma presumibilmente vogliono maggiori chiarimenti in merito alla questione, senza che i loro figli, debbano subire danni permanenti proprio a causa di un farmaco errato. Perché importante è sapere, che se anche con un altro nome, vaccino appunto, si tratta pur sempre di un farmaco, e di conseguenza presenta effetti negativi in determinate situazioni.

Le Verità Indegne, inizierà a breve una inchiesta su questo argomento, portando a testimonianza storie di famiglie che si ritrovano figli autistici a causa dei vaccini. Sentiremo il loro parere, le loro storie, le loro difficoltà nel gestire la situazione. Quali siano i loro reali pensieri, quali soluzioni auspicano ad una realtà dannosa e come si pongono nei confronti del problema vaccini. Ascolteremo pareri favorevoli e contrari e cercheremo di trarre una conclusione.

Qual è invece la vostra opinione in merito? Siete favorevoli o contrari? Avete una storia in merito da raccontare o a portare a testimonianza? Come vi ponete in merito al problema?

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!