itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Sono tante, troppe le dinne vittime di femminicidio, e lo sono ancora di più quelle vittime di violenze e maltrattamenti in famiglia da parte di mariti o compagni inadatti.

A Torino da oggi, nasce una iniziativa volta a promuovere la difesa e l’aiuto a queste donne, affinché, dopo aver denunciato, non tornino a casa a subire i maltrattamenti. Per poter ovviare a questo problema, è stato messo a disposizione per queste donne, un kit di sopravvivenza per alcuni giorni, che comprende un borsone con all’interno tutto il necessario affinché queste donne possano sopravvivere con i beni di prima necessità lontane da casa e dalle violenze. L’iniziativa è stata promossa dal club Soroptimist in collaborazione con il consiglio regionale del Piemonte. Torino, il Piemonte e Soroptimist, sono molto attivi in questo progetto, partito già nel 2013 con una stanza dell’ascolto per le donne vittime di violenza. Da quel 2013 sono più di 200 le sale a disposizione in Italia oggi. E’ palese la mano di una donna, la presidente della Soroptimist Angiola Maria Moschetti, nel completamento di questo progetto, è lo è maggiormente palese, nel vedere cosa comprende il kit: accappatoio, asciugamani, canottiera, pigiama, pantofole, 3 paia di slip e calze, fazzoletti ed assorbenti. Ed ancora una trousse per l’igiene con shampoo, dentifricio, bagnoschiuma, saponetta, spazzolino, latte detergente, spazzola e creme per il corpo. Insomma un vero e proprio arsenale di bellezza se la vogliamo prendere sul ridere. Ma in realtà è un gesto pensato da una donna per le donne. Mai la mente o la mano di un uomo avrebbe potuto essere più precisa ed attenta alle necessità di una donna che si vede affrontare giorni fuori da casa all’improvviso e si ritrova ad essere senza nulla. Le donne che saranno ascoltate dagli operatori e che saranno davvero ritenute davvero in pericolo, cercheranno di essere convinte a non tornare e verranno ospitate per qualche giorno in un albergo convenzionato e verrà consegnato loro al momento il borsone con tutto il necessario appena descritto. Un grande progetto per dare battaglia e combattere le violenze sulle donne e quelle in famiglia, dove spesso, oltre alle donne, rimangono vittime anche i bambini. Un progetto a cui noi delle Verità Indegne ci agganciamo e condividiamo insieme per un futuro più sereno e per far si che femminicidi e violenze in famiglia prima o poi vengano debellati come le malattie con una prevenzione che aiuti a fermare le morti prima che sia troppo tardi.

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!