itenfrdeptrues

logo

le verita

by andrea Milioni

Si parla sempre di magistrati e giudici intoccabili, quelle figure istituzionali a cui nessuno può ambire se non a determinati studi, a cui fare determinate ingiurie per il semplice fatto che la galera è dietro l’angolo.

Ma proprio da queste persone ci si aspetta però diligenza e coerenza. Professionalità assoluta e totale imparzialità nell’emettere sentenze a persone colpevoli di determinati reati. Nel corso di anni però tutta questa imparzialità e capacità di valutare bene i casi e l’emettere le giuste sentenze, ha portato innumerevoli innocenti in galera a scontare le pene che sarebbero dovute toccare ad altri, che invece si ritrovano a piede libero. E l’indignazione sta nel fatto che a distanza di anni, pur essendo riconosciuti innocenti ed ingiustamente condannati, le vittime innocenti di queste condanne hanno si, avuto dei cospicui risarcimenti, ma nessun magistrato fino ad ora ha mai pagato per l’ingiusta detenzione della vittima. Da oggi sostanzialmente le cose cambiano. E’ infatti al vaglio una proposta di legge che avvia un’azione disciplinare proprio a causa di magistrati per ingiusta detenzione. I numeri rilevano che dal lontano 1992 ad oggi, ben 27 mila persone sono state arrestate ingiustamente e oltre 800 milioni di euro sono stati elargiti per il loro risarcimento. In tutto questo nessun magistrato ha mai pagato. E’ evidente anche dai casi più recenti che il sistema giudiziario italiano è totalmente scadente e d inetto a far fronte a certe valutazioni. In questo caso specifico si parla che innocenti abbiano pagato per altri e che abbiano affrontato il carcere senza avere nulla a che fare con l’accusa loro rimossa. Ma personalmente ritengo che i magistrati debbano pagare anche per l’infamia che rivolgono alle vittime freddate da individui loschi a cui non viene assegnata alcuna pena per i reati più indegni che si possano commettere ai danni del genere umano. Negli ultimi anni in particolari si è sviluppato una vera e propria indignazione verso questa categoria, rea di aver rimesso in libertà e mai condannato, criminali incalliti, assassini, stupratori, migranti e stranieri che hanno derubato imprenditori dei loro guadagni di una vita, che si sono introdotti nelle loro case prendendo in ostaggio le loro famiglie, che li hanno pestati a sangue, a morte e che impunemente la giustizia italiana ha ritenuto di non dover condannare. Creando rabbia e dolore non solo alle vittime ma anche alle loro famiglie. Sono innumerevoli i casi. Imprenditori e gente comune che si è vista condannare a sua volta dalla giustizia per essersi difesa da questa marmaglia di schifosi e per aver difeso i propri beni ma soprattutto e spesso la propria vita e quella dei propri cari. Una giustizia che lavora al contrario. E che condanna gli innocenti piuttosto che i colpevoli. E’ anche e soprattutto in questi casi che i magistrati falliscono, e che soprattutto dovrebbero pagare per tenere o rimettere in libertà veri e propri criminali che reiterano i reati già commessi e che soprattutto non danno giustizia ne alle vittime ne alle loro famiglie. Bene. Si riparte con la speranza che nemmeno queste toghe siano più intoccabili e che un loro errore costerà caro anche a loro.

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!