itenfrdeptrues

logo

Strage di Viareggio: intervista ai sopravvissuti del disastro e un processo senza colpevoli!

le verita

by Andrea Milioni

E’ considerato il più’ grande disastro ferroviario di cui si abbia notizia in Italia. Meglio noto come la STRAGE DI VIAREGGIO. Era il 29 giugno del 2009, alle 23:48 un treno merci con 14 cisterne cariche di GPL entra nella stazione della cittadina toscana. Pochi istanti dopo deraglia, una cisterna si squarcia facendo uscire il gas. E’ la catastrofe. Una esplosione devasta le case nelle vicinanza. 31 persone innocenti perdono la vita morte bruciate vive mentre dormivano tranquillamente e schiacciate dalle macerie delle stesse sventrate dall’esplosione. Tra le vittime anche tre bambini. Due di questi erano figli di Marco Piagentini che nella tragedia perde la moglie e appunto due figli di 2 e 4 anni. Marco si salva miracolosamente insieme all’altro figlio più grande che all’epoca aveva 8 anni. Ma Marco riporta ustioni gravissime sul 98% del suo corpo. Così come il figlio rimane gravemente ferito. Ustioni che tutt’oggi sono visibili. Tre anni di ospedale, oltre 60 interventi. Nell’intervista qui di seguito potrete ascoltare dalla viva voce di Marco, la testimonianza di quei tragici momenti di quella sera. Leggi tutto

 

 

 

                                                                                       

Banner fisso radio

banner verita indegne

berlusconi intercettazioni

Fango a orologeria, un complotto delle toghe che nasconderebbe un agguato per martedì prossimo. Da Arcore Silvio Berlusconi e i suoi fedelissimi ne sono convinti:

 le intercettazioni spuntate giovedì relative all'inchiesta sulle escort al soldo di Gianpaolo Tarantini, oltre che essere "roba vecchia", come lamentato da un amareggiato Cavaliere, nasconderebbero la volontà di parte della magistratura (e non solo) di "condizionare la Cassazione". Sì, perché ancora una volta è l'intreccio di guai giudiziari, che si sovrappongono l'un l'altro, a preoccupare l'ex premier. L'8 marzo finiranno i servizi sociali aCesano Boscone, eredità della condanna al processo Mediaset. Una buona notizia, che però potrebbe venir festeggiata nel peggiore dei modi. Martedì prossimo infatti la Cassazione si esprimerà sulprocesso Ruby, che ha visto Berlusconi assolto in appello dalle accuse di prostituzione minorile e concussione.

Le mosse delle toghe - Il terrore di Berlusconi e del suo legaleNiccolò Ghedini è che i giudici possano "spacchettare" quella sentenza favorevole, confermando in merito alla concussione ma rinviandola in Appello sulla prostituzione minorile. In più, ecco l'altra ombra in agguato sul destino del leader di Forza Italia, c'è sempre l'inchiesta Ruby Ter (dove il Cav è sospettato di corruzione in atti giudiziari per tenere a libro paga le Olgettine, testimoni nel primo processo Ruby) che in queste settimane pare arrivare alle battute decisive: la Procura milanese potrebbe chiedere ancora una volta una misura cautelare, domiciliari o affini. Insomma, "una nuova offensiva giudiziaria", come lamentato da Berlusconi, ben più pesante del "fango" e delle intercettazioni più o meno compromettenti che "attengono comunque alla mia sfera privata". 

 

spazio disponibile

spazio disponibile

spazio disponibile

spazio disponibile

spazio disponibile