Stampa

renzi boldrini

E si vede che Renzi non sa ancora che cosa farà da grande, o forse non ha abbastanza pensieri importanti per la testa. Come se quelli del Paese che governa fossero nulla. Non dovrebbe dormirci la notte.

E invece, il Presidente del Consiglio, passa forse le sue notti a dare credito alle idee sballate di un altro presidente, quello/a della Camera, cioè Laura Boldrini.

Su un argomento di cui avevamo già accennato, il corretto linguagguio italiano di generi. Cioè che sia corretto per l'uomo e non discriminatorio verso le donne. Certo ci voleva un Presidente della Camera donna per poter distrarre un Capo di Governo dai pensieri gravi in cui versa il Paese per emanare una legge che eguagli i sessi opposti sul linguaggio italiano.

Un linguaggio che impedirebbe addirittura la violenza sulle donne se solo fosse legalmente approvato. E come pensano di impedire a certe bocche di parlare? Verranno bandite dal vocabiolario alcune parole in particolare? E chi dice poi che siano solo i termini al femminile a discriminare? Molti termini del linguaggio italiano discriminano e parecchio, anche il sesso maschile, ma si sa, il gentil sesso tale rimane e certi apprezzamenti sono duri da digerire.

Cambiare le leggi che le tuteli le donne invece? Anziché lasciare che chi commette violenze su di esse si ritrovi a piede libero dopo poche ore per dei cavilli legali che solo la legge italiana permette, e libero di reiterare il reato. Forse le donne si stentirebbero più tutelate cosi.

Forse la Boldrini dovrebbe anche lei pensare di più ai problemi del Paese e non a quello che spesso le viene rivolto in aula da senatori incazzati...