itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Se ne parla da qualche giorno ormai ma evitarlo è proprio impossibile soprattutto per chi di questo scrive tutti i giorni.

Ad indignarmi è la notizia di una sentenza emessa da tre giudici donna che assolvono praticamente due stupratori perché la vittima, non era abbastanza femminile, con un aspetto piuttosto mascolino e piuttosto bruttina e quindi è probabile che la vittima si sia inventata la violenza ed abbia invece organizzato tutto. La storia risale al 2015 ad ancona e la vittima è una ragazza peruviana di 22 anni che frequenta una scuola di body building insieme a due coetanei che dopo la lezione, la invitarono a bere una birra insieme. Ma non si tratta più di una sola birra se ne bevono molte fino a quando la ragazza ed uno dei due si appartano per un rapporto sessuale. Consensuale afferma il carnefice mentre l’amico faceva da palo. Non voluto afferma la ragazza che poco dopo si presenta in ospedale con la madre dove le viene riscontrata una lesione dovuta ad un abuso sessuale. Il processo parte nel luglio del 2016 ed in primo grado i due orchi vengono condannati in primo grado a 5 e 3 anni di galera. Ma nel novembre del 2017 in appello, la condanna viene annullata con la sentenza che avete letto sopra. Allora mi chiedo.. quanto vale la dignità e l’onore, e il rispetto di una donna per poter essere considerati tali? Possibile mi chiedo che nemmeno una dichiarazione medica che attesta la violenza non sia servita per convincere queste tre decerebrate di giudici donne a credere che la violenza sia reale e non che la vittima anche se un po’ mascolina e bruttina abbia organizzato tutto solo per farsi scopare? Le motivazioni secondo le tre dementi, si rafforza dal fatto che l’orco che l’avrebbe stuprata, l’aveva memorizzata sul telefono col nome di “ Vikingo” proprio per il suo aspetto fisico. Ma allora, basta davvero questo per emettere una sentenza falsa e fasulla? Da quando è cambiato il sistema giudiziario ed il modo di valutare le prove per emettere una condanna? Da quando non si seguono più le prove reali di un caso per condannare due stupratori malati di fica? E’ sufficiente il giudizio personale di tre dementi per smontare e ribaltare una condanna data in primo grado basata su prove vere? Perché la valutazione corretta sarebbe che per i malati di fica brutta e mascolina non esiste. Perché la perversione è maggiore del ribrezzo.

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!