itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Mi indigno per un fatto accaduto nei giorni scorsi a Roma, all’interno del parco del Colosseo.

Una turista israeliana di 39 anni è stata sorpresa mentre incideva sulle pareti del monumento, alcune lettere che sarebbero state le iniziali dei nomi dei suoi figli e del marito. Portata in questura, la donna è stata formalmente denunciata a piede libero ma a parte questo nulla di che.. Dunque, se fosse stata un italiana/o a farlo in uno dei monumenti importanti di qualunque altro Paese d’Europa o del resto del Mondo, probabilmente sarebbe finito dietro le sbarre e oltre alla denuncia avrebbe dovuto probabilmente dovuto ripagare il danno. Cosa più che dovuta vista l’importanza di certi monumenti. E poiché quelli italiani, quelli della Capitale soprattutto, sono tra i più rinomati e portati in voga, mi chiedi se tale gesto possa cavarsela solo con una banale denuncia. E’ tipico dell’Italia, tutto è proibito, tutto è controllato, ma chiunque riesce ad evadere, ad infliggere, a danneggiare ma soprattutto ognuno riesce a farla franca.

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!