itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Il razzismo non conosce ostacoli. Nemmeno la religione ne è immune. A scoprirlo a sue spese è stato il sacrestano della Basilica di Santa Maria Assunta di Gallarate in provincia di Varese,

che è stato aggredito in pieno giorno da un nullafacente del paese solo per il colore della sua pelle. Contrariamente a quanto si possa pensare, il sacrestano è ormai italiano a tutti gli effetti dal momento che risiede in Italia da oltre 20 anni anche se è originario del Burundi. Non era la prima volta che questa persona se la prendeva col sacrestano, anche se le altre, e sono state numerose, gli attacchi erano soltanto verbali. Ma stavolta la faccenda è andata diversamente. Mentre il sacrestano stava a recarsi ad aprire la Basilica, sarebbe stato aggredito dall’uomo che gli avrebbe provocato una lussazione alla spalla. Adesso il sacrestano ha fatto sapere che sporgerà denuncia verso quest’uomo, che come già accennato è un nullafacente e forse non è da escludere che anche questa situazione di degrado abbia scatenato la violenza. Del resto sembra assurdo che una persona di colore che proviene da un altro Stato assuma il posto di sacrestano che sarebbe potuto spettare ad uno del posto. Possono essere stati diversi i fattori che hanno scatenato la violenza senza escludere che le violenze perpetrate dagli stranieri verso gli italiani che rimangono impuniti, possono essere stati un ulteriore aggravante. Come detto il fatto di ritrovarsi senza nulla fare può aver mosso l’uomo verso quello che riteneva un problema per lui fino all’esplosione. Il razzismo rimane sempre, a volte le violenze ne sono la dimostrazione palese piuttosto che la falsa ipocrisia di essere considerati razzisti nel non ammetterlo. Giustificare i mali che accompagnano questo stato d’animo non è corretto sia nel bene che nel male ma bisogna ammettere che gli atti di violenza che negli ultimi anni hanno reso protagonisti gli stranieri verso italiani, a volte hanno scatenato gesti di ribellione che hanno sfociato in quelli che vengono poi definiti gesti razzisti. Ma purtroppo anche qui il sistema giudiziario non ha lavorato correttamente. Certamente adesso questo nullafacente pagherà chissà quale pena per un gesto del genere, compiuto da un italiano verso una persona di colore. Mi chiedo se fosse accaduto il contrario quali fossero state le conseguenze..

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!