itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Esistono dei mostri che con i mostri delle favole che conosciamo e che ci mettevano paura da piccoli non hanno nulla a che fare.

Quelli delle favole erano mostri falsi, in grado di mettere paura solo alle nostre menti senza segnare fisicamente alcun bambino. I mostri di oggi invece sono reali e fanno paura non solo alla testa ma anche al fisico dei bambini che hanno la disgrazia di averci a che fare. Soprattutto se quel mostro è tuo padre. Oggi esce la notizia di un uomo di 46 annidi Treviso, arrestato per abusato sessualmente di sua figlia che all’epoca aveva solo 2 anni e vendendo i dvd degli stupri in Australia tramite un sito del posto. Il tutto solo in cambio di soldi. L’orco approfittava della lontananza della moglie e del fatto che la piccola non potesse parlare per poter denunciare gli abusi. Una infanzia distrutta da un mostro che ha abusato del suo stesso sangue pur di mettersi dei soldi in tasca. Il razzismo razziale in confronto al disprezzo che si dovrebbe provare per esseri come questi è nulla a confronto. Oggi quella piccola vittima ha 6 anni ed ha subito 4 anni di abusi. Quattro anni che certamente le hanno e le segneranno la vita per sempre. Quattro anni che peseranno in futuro in un approccio ad un uomo. Probabilmente avrà tutto il tempo, vista la giovane età, di poter riuscire a dimenticare ma non è giusto che una bambina debba affrontare un percorso così difficile fin da piccola, fatta di assistenti sociali, famiglie affidatarie, percorsi psicologici per dimenticare una vicenda ed un mostro che forse un giorno lei potrà dire di aver incontrato davvero nella sua vita. La realtà è diversa dalle favole e le conseguenze si sentiranno. Purtroppo dalle indagini è stato rilevato che la piccola non è stata la sola ad aver subito abusi da questo orco, ma che anche un’altra bambina di 10anni era stata violentata da questo mostro. Adesso è stato fermato perché in galera, tradito proprio da quei video da dove si intravede un pezzo di targa e il suo viso, ma non basta. Non basta aver fermato la scia delle papabili vittime. Perché uno che ha tali depravazioni, uno che non ha avuto scrupoli di stuprare quella che era sua figlia di soli due anni, sangue del suo sangue, non avrebbe avuto barriere ne tamponi nel cercare altre piccole vittime. Serve che questo mostro non possa più far male a nessuno. E l’unica maniera per mettere a tacere per sempre un mostro simile è metterlo a tacere per sempre. La galera è un posto per criminali e spesso capita che qualche detenuto sfugga al controllo delle guardie per finire nelle mani di quelli che possono fare la differenza la dentro. Soprattutto perché anche tra i criminali c’è un codice di integrità morale che prevede che i bambini per nessun motivo vadano toccati. Certo che se un mostro simile si dovesse trovare a contatto con i detenuti comuni ce ne sarebbero di belle da vedere. Insomma, è giusto anche che questa bambina abbia la sua giustizia!!!

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!