itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Non esiste luogo che non possa essere luogo di un omicidio. Perfino una rotonda in strada diventa scana del crimine. Succede ad Andria, in Puglia, dove una lite tra due automobilisti per una mancata precedenza, si trasforma in un omicidio efferato.

Sono un ragazzo di 28 anni che aveva in macchina moglie e figlio, ed un uomo di 50 anni, che si scoprirà poi essere un pregiudicato in libertà. Inizialmente i due si sono presi a male parole, poi sono scesi dall’auto e dopo un diverbio particolarmente acceso il 50enne ha tirato fuori il coltello ed ha colpito ripetutamente il 28enne che si è accasciato al suolo in una pozza di sangue, subito soccorso dalla moglie e dai passanti. L’ambulanza è intervenuta subito ma per lui non c’è stato niente da fare. Mentre invece l’assassino, tra la confusione ha avuto anche il sangue freddo di risalire in auto e darsela a gambe. Fortunatamente sono bastate solo poche ore perché venisse rintracciato ed arrestato. Ma fa specie sentire le dichiarazione di questo assassino senza scrupoli, che non ha avuto pietà di un ragazzo, di una moglie, di un bambino, che se ne è fregato di chi stava intorno ad assistere e come se nulla fosse ha estratto un coltello ammazzando Giovanni Di Vito come un cane, dichiarazioni riportate dal suo legale al tg, che afferma che il suo assistito dice di essere stato prima lui colpito a pugni, e che non aveva alcun coltello con se. Insomma un innocente. Beh devo dire tutto sommato, che ci vuole un bel coraggio da avvocato a difendere certi criminali. Ma sono convinto che per questi avvocati le battaglie legali sono anche piuttosto facili dal momento che la Giustizia è solita schierarsi dalla parte dei criminali piuttosto che dalla parte delle vittime. E così ci ritroveremo a leggere nei prossimi giorni, che magari era stata proprio la vittima a scatenare la lite e che l’assassino non poteva fare altro che difendersi. Quindi giustificando il fatto che girare con un coltello in tasca è la normalità in caso di incontri poco graditi. Siamo di fronte all’ennesimo caso di disumano valore della vita. All’ennesimo caso di omicidio per futili motivi, che dovrebbe risultare per legge, un aggravante che aumenti la pena dell’assassino, mentre invece si trasforma nella giusta causa che lo porterà ad una riduzione della pena. E’ l’ennesimo fallimento della società che è composta per la maggioranza da criminali che stanno ormai prendendo piede in ogni dove, come alieni venuti da un altro mondo. Se non fosse che sono umani al pari di ognuno di noi e il rispetto per la vita va messo sopra ogni altra cosa. Ma per certi menti capire l’indispensabile è impossibile perché spesso la strada più facile è proprio quella del gesto criminale ed eliminare alla fonte il problema che hai davanti risulta essere la via più facile. Anche se si tratta di eliminare un uomo.

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!