itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Ci risiamo. A discutere per l’ennesima volta di legittima difesa. Se sia giusto o no sparare per difendersi, se si abusa del potere di avere un’arma in casa per difendersi da male intenzionati

che vogliono entrare a forza nelle nostre aziende ed abitazioni e svuotarci dei guadagni e dei beni di una vita. A raccontarla così, se fosse la prima volta, verrebbe da affermare che mai più giusta fosse la legittima difesa, ma purtroppo così non è per il nostro sistema giudiziario. Inetto e indegno, che condanna chi invece si difende da questi malviventi e si schiera dalla parte di chi invece viene assalito da quella che inizialmente doveva essere la presunta vittime. A cui tutto sommato spesso va anche bene se riesce a rimanere viva. Perché altrettanto spesso questi criminali non si fanno scrupoli di uccidere e pestare a morte le loro vittime. L’ultima vicenda in ordine cronologica, poche ore fa a Bologna, dove il custode di un podere durante la notte ha sparato alcuni colpi di pistola dopo che aveva sentito dei rumori e guardando meglio si era accorto che un gruppo di ladri stava tentando di entrare in casa per rubare. Erano a pochi metri afferma l’uomo, che ha aperto la finestra e sparato alcun colpi in direzione dei campi, in lontananza, nel tentativo di spaventarli. Invece da quei colpi un giovane ragazzo ha perso la vita. E così adesso il custode del podere, che non era la prima volta che subiva furti e tentativi, se la dovrà vedere con l’avversario più ostico. La malagiustizia. Per cui adesso dovrà subire un processo per essersi difeso, per aver difeso anche sua moglie che era accanto a lui. Per aver difeso quella casa e quel terreno per cui lavorava e che gli dava sostentamento. Si ritroverà vittima del sistema giudiziario sbagliato per aver abusato di eccesso di legittima difesa, perché se fosse riuscito nel suo intento di metterli solo in fuga non staremmo a scrivere nulla oggi, ma invece siamo costretti a recriminare sul fatto che un innocente che si è solo difeso dovrà vedere per anni la sua vita appesa ad un filo, dovrà subire processi su processi per omicidio, per abuso di eccesso di legittima difesa. Perizie balistiche che dovranno stabilire se il colpo abbia ucciso intenzionalmente o meno quel criminale. Che criminale era, non va dimenticato. Nonostante la legge sulla legittima difesa fosse stata approvata, ci si ritrova sempre a dover rispondere per essersi difesi in casa propria, per aver difeso la propria vita, famiglia, casa. Indagare se la vittima sia stata colpita intenzionalmente o casualmente non può portare un uomo a processo. Se il custode non avesse sparato probabilmente si sarebbe ritrovato con diversi uomini in casa che avrebbero pestato lui, stuprato la moglie e derubato il possibile. Detto ciò sarebbe stato però esente dalle accuse di omicidio per eccesso di legittima difesa. Dove sta allora la verità? Rimandiamo tutto al prossimo omicidio?

Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!