itenfrdeptrues

logo

le verita

by Andrea Milioni

Quando la giustizia fa il suo dovere..è proprio il caso di dirlo per una volta. E stavolta almeno una vittima ha avuto giustizia.

È un piccolo bambino di due anni morto per le sevizie e le torture subite dal padre nel 2019, sevizie torture per le quali il 26enne Alijia Hrustic, è stato condannato all'ergastolo riconoscendo per la prima volta in Italia, anche il reato di tortura. Ergastolo più 9 mesi di isolamento diurno per questo mostro. I giudici nel condannarlo hanno tenuto conto anche dei maltrattamenti alla moglie e alle altre due figliolette dell'uomo. Nonché un risarcimento per loro di 300 mila euro. Ma il culmine per questa bestia sarebbe arrivato la notte che ha ammazzato il piccolo dopo una notte di sofferenze, torture vere e proprie, dove avrebbe spento delle sigarette sul corpicino del piccolo, causato ustioni, altre lesioni gravi. Fino al colpo in testa che lo avrebbe ammazzato. La PM ha affermato che con quel gesto l'uomo non poteva non sapere che lo avrebbe ucciso quindi l'omicidio è volontario con tutte le aggravanti che hanno portato a questa condanna. Le sofferenze tribolate dalla piccola vittima sono solo un piccolo sollievo con questa condanna che da una sorta di giustizia ad una vittima e a chi rimane è che per anni ha subito in silenzio le pazzie di un criminale assassino che altro non ha saputo fare che prendersela con un bambino inerme. Come dico spesso anche in galera tra i legge criminali esiste una deontologia che vieta di toccare i bambini. Non mi sorprenderebbe se un giorno questa bestia venisse linciato da altri detenuti che rispettano queste regole. Non ne rimarrei dispiaciuto e sarebbe un'ulteriore giustizia a questa piccola vittima.


Se sei indignato/a dopo aver letto l’articolo, lascia il tuo commento ed esprimi la tua indignazione!!!