Stampa

cecile kyenge

“Sono stata denunciata dalla Lega per diffamazione. Matteo Salvinimi ha querelato perché ho detto che la Lega è razzista”.

Lo dice Cecile Kyenge, ex ministro dell’Integrazione del Pd, a La Zanzara su Radio 24. “Lo ribadisco – dice la Kyenge – la Lega è un partito razzista, s non è razzista io sono bianca. Voi mi vedete bianca?". La vicenda della querela, però, si tinge di giallo: "Salvini dice che non ne sa nulla – aggiunge la Kyenge – e allora faremo una perizia sulla firma. Io ho la querela in mano e vedo la sua firma”. Già, perché sempre a La Zanzara, nella puntata del giorno precedente, il leader della Lega aveva negato di aver presentato denuncia contro la Kyenge. Una versione però smentita non solo dall'ex ministro (che afferma che la denuncia sia firmata da Salvini in persona), ma anche dal conduttore del programma di Radio 24, Giuseppe Cruciani, che al pari della Kyenge afferma di aver visto in calce al foglio la firma del segretario del Carroccio.

Ma Cécile insiste - Ma tant'è, in attesa di comprendere se Salvini abbia davvero firmato (o in attesa della "perizia calligrafica" invocata dalla Kyenge), l'ex ministro continua la sua intemerata contro il Carroccio: "Comunque - afferma ancora parlando della querela - vedremo in tribunale, ma voglio ricordare che non ho mai denunciato nessuno per tutte le cose che mi hanno detto”. E ancora: “Salvini è il leader di un partito – dice la Kyenge - che io definisco razzista. E Salvini è responsabile di un partito razzista. Bisogna iniziare ad infliggere sanzioni economiche a certi partiti per quel che riguarda il razzismo”. E per chi pronuncia parole razziste?: “Ci sono le leggi, ma dovrebbero fare anche lavori socialmente utili. Magari andando a lavorare per gli immigrati a Lampedusa, così capiscono e si calano in quella situazione”.