itenfrdeptrues

logo

salvini marche

In azione militanti dei centri sociali. Il leader leghista respinto da immigrati a Porto Recanati. Salvini: «Poi parlano di democrazia». Proteste anche a Macerata

Lancio di uova, pomodori e bottiglie. Così il leader della Lega Matteo Salvini è stato accolto in piazza Roma ad Ancona, dai manifestanti dei centri sociali, che hanno anche acceso un fumogeno arancione. C’è stato un contatto tra dimostranti e gli agenti, che li hanno respinti. Dopo qualche corpo a corpo tra le forze dell’ordine e i giovani dei centri sociali, la calma è tornata quando Salvini ha lasciato piazza Roma. Gli agenti hanno identificato una ragazza di Porto Recanati, che avrebbe lanciato delle uova. Un uovo, che stava per centrare il leader della Lega, è stato «fermato» dall’apertura di un ombrello da parte di un agente.

Respinto da un cordone di immigrati a Porto Recanati

Non è andata meglio a Porto Recanati dove il segretario della Lega Salvini è stato respinto da un cordone di immigrati. Matteo Salvini sarebbe dovuto entrare nell’Hotel House, il condominio multietnico abitato soprattutto da nordafricani, ma i migranti hanno fatto «muro» impedendogli di entrare. «Hotel House di Porto Recanati, 400 appartamenti che fra spaccio, armi e abusivismo, sono un inferno. Militanti del Pd e della Cgil insieme ad abusivi e centri a-sociali hanno impedito l’ingresso al palazzo». È stato il commento su Facebook di Salvini . «E pensare - osserva - che a chiedere l’aiuto della Lega sono stati cittadini africani e italiani perbene! A qualcuno conviene difendere il casino e lo spaccio? La soluzione per certa gente? Ruspa». Dopo Salvini è ripartito per Macerata.

«Libertà e democrazia»

Da Ancona a Porta Recanati con ritorno a Macerata. Salvini, felpa blu e scritta gialla «Marche», si è fermato 15 minuti al banchetto della Lega Nord ad Ancona dove si raccolgono le firme per la presentazione delle liste per le regionali. Il leader leghista ha salutato il coordinatore regionale di Fdi-An Carlo Ciccioli e si è fatto fotografare con gli attivisti. Dall’altra parte della piazza i manifestanti dei centri sociali gridavano «vattene, vergogna, fascisti». «E pensare - ha commentato Salvini - che questa gente magari il 25 aprile stava a parlare di libertà a democrazia».

Contestazioni anche a Macerata

Salvini è stato contestato anche a Macerata. Un centinaio di manifestanti dei centri sociali lo hanno accolto in città con lancio di uova e tentando di sfondare il cordone di polizia che lo proteggeva. Gli agenti hanno caricato e due giovani sono rimasti feriti: uno ha perso sangue dalla testa, l’altro ha riportato contusioni.

dal Corriere.it

http://video.corriere.it/ancona-uova-fumogeni-contro-salvini/d69117e8-ecd8-11e4-8e05-565b17b54795

http://video.corriere.it/ancona-cori-uova-contro-salvini-mentre-rilascia-un-intervista/1ed68bb4-ecd9-11e4-8e05-565b17b54795