itenfrdeptrues

logo

madre perde affido condiviso

Con decreto il Tribunale di Cosenza ha statuito che "l'istruttoria ha consentito di constatare l'esistenza di una situazione di inidoneità genitoriale della - madre (n.d.r.) - che risulta aver manipolato i due minori allontanandoli fisicamente e psicologicamente dal padre verso cui ostentano entrambi plateali

manifestazioni di rifiuto e negazione".

..."il Tribunale mediante l'ascolto diretto - dei minori (n.d.r.) - ha potuto constatare la sussistenza di un vero e proprio disturbo relazionale, avente le caratteristiche dell'alienazione parentale così come descritta, da ultimo, nel DSM - 5 pubblicato nel maggio del 2013".

"Si è, in particolare, potuto constatare la sussistenza di una situazione di <<ingiustificata campagna di denigrazione del minore nei confronti del padre>>. 

Le infondate accuse di molestie sessuali, i turpiloqui nei confronti del padre, pronunciati liberamente dai minori alla presenza di giudici e periti e doviziosamente ripresi dalle telecamere, unitamente ad un quadro probatorio solido (ambivalenza dei sentimenti nei confronti dei genitori, la madre del tutta positiva, il padre del tutto negativo; odio nei confronti di tutta la parentela paterna, ecc), hanno portato il Tribunale di Cosenza ha statuito che non può che giungersi "alla conclusione della inidoneità della - madre (n.d.r.) - ad essere genitore affidatario dei bambini"

Pertanto, è stato disposto "l'affido esclusivo dei minori ... al - padre (n.d.r.) - con esclusione della - madre (n.d.r.) - dalla partecipazione alle decisioni di maggiore interesse per i figli"